Droga e prostituzione, maxi operazione "Signal" nel Nord Italia: in manette un nigeriano residente in città

L'uomo, un 24enne, è accusato del reato di associazione a delinquere di tipo mafioso

Maxi operazione “Signal” nel Nord Italia. Il blitz è stato condotto dai poliziotti della Squadra Mobile di Ferrara e coordinato dalla direzione centrale anticrimine. Nel blitz, secondo quanto fatto sapere dalla Questura di Agrigento, anche n nigeriano che si trovava ad Agrigento. L'operazione ha prodotto 31 misure cautelari.

Il blitz ha assicurato alla giustizia i responsabili di una pericolosa consorteria criminale organizzata operante a livello nazionale, specializzata nel traffico di stupefacenti e nello sfruttamento della prostituzione.

Il 24enne nigeriano che si trova già in carcere è accusato del reato di associazione a delinquere di tipo mafioso. Dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato posto a disposizione dell’autorità giudiziaria e accompagnato alla casa Circondariale “P. Di Lorenzo” di Agrigento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Il nuovo Dpcm 3 dicembre, cosa si può fare e non fare: tutte le regole di Natale 2020 (e i metodi per "aggirarle")

  • Covid-19, il virus torna a tenere sotto scacco Canicattì: un morto e 35 nuovi positivi

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Scoperto stabilimento dolciario abusivo, sequestrati generi alimentari scaduti e mal conservati: un arresto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento