rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Operazione Oro bianco / Palma di Montechiaro

Mafia, traffico di cocaina e politica: il blackout al carcere fa slittare la sentenza per 16 imputati

Impossibile collegarsi col penitenziario di Cagliari dove è detenuto l'ex consigliere comunale Salvatore Montalto ritenuto un affiliato del clan del paracco. La sentenza sarà emessa sabato

Un blackout improvviso nel carcere di Cagliari, dove è detenuto l'ex consigliere comunale di Palma, Salvatore Montalto, costringe il gup di Palermo Stefania Brambille a rinviare l'udienza conclusiva che avrebbe portato alla lettura della sentenza del processo scaturito dalla maxi operazione antimafia "Oro bianco", che ha fatto luce sul cosiddetto "paracco", ovvero la cosca mafiosa alternativa a Cosa nostra e alla Stidda.

Montalto, bancario accusato di avere messo a disposizione della cosca i servizi dell'Unicredit di cui era dipendente, non ha potuto collegarsi con l'aula del tribunale dove si celebrava l'udienza. Dopo oltre 4 ore di tentativi andati a vuoto di ripristinare il collegamento l'udienza per l'epilogo del processo è stata aggiornata a sabato.

La nuova cosca, secondo l'accusa, sarebbe stata messa in piedi dal 60enne Rosario Pace di Palma di Montechiaro, appartenente alla storica famiglia: la condanna proposta nei suoi confronti - 16 anni - è una delle più alte. L'indagine ha sgominato pure un vasto traffico di cocaina. 

Il pm Pierangelo Padova ha chiesto 13 condanne e 3 assoluzioni. Ecco le richieste: Salvatore Montalto, 52 anni, di Palma: 10 anni; Gioacchino Rosario Barragato, 60 anni, di Palma: 14 anni; Francesco Bonsignore, 55 anni, di Palma: 6 anni; Sarino Lauricella, 51 anni, di Palma: 14 anni; Calogero Lumia, 74 anni, di Palma: 10 anni; Domenico Manganello, 47 anni, di Palma: 20 anni; Giuseppe Morgana, 36 anni: 12 anni; Carmelo Pace, 59 anni: 6 anni; Emanuele Pace, 34 anni: 10 anni; Giuseppe Pace, 40 anni: 14 anni, Gioacchino Pace, 41 anni: 14 anni e Angelo Mangiavillano, 33 anni: 4 anni). Richieste di assoluzione per Salvatore Carusotto, 49 anni, di Licata; Federico Gallea, 26 anni, di Licata e Rocco Novella, nato a Locri, 38 anni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia, traffico di cocaina e politica: il blackout al carcere fa slittare la sentenza per 16 imputati

AgrigentoNotizie è in caricamento