Venerdì, 14 Maggio 2021
Mafia

Menfi, il Riesame non si pronuncia sulle accuse al medico di base

E' sulla seconda ordinanza di custodia cautelare a carico di Pellegrino Scirica, quella emessa dal Gip di Palermo, che il tribunale dovrà pronunciarsi

Pellegrino Scirica

E' sulla seconda ordinanza di custodia cautelare, quella emessa dal Gip del tribunale di Palermo, che il Riesame dovrà pronunciarsi. E non sulla prima, quella del giudice per le indagini preliminari di Sciacca. Per questo motivo il tribunale del Riesame ha fatto una declaratoria di inammissibilità del ricorso, "per difetto di sopravvenuto interesse". E dunque, non pronunciandosi il Riesame, tutto rimane fermo per il medico di base Pellegrino Scirica, 61 anni, di Menfi, uno dei fermati, all'inizio di luglio, nell'ambito dell'operazione antimafia "Opuntia".   

Pellegrino Scirica, secondo le indagini svolte dai carabinieri della compagnia di Sciacca e coordinate dalla Dda di Palermo, avrebbe messo il proprio studio professionale a disposizione per lo svolgimento di incontri riservati. Secondo la difesa di Scirica dalla lettura delle intercettazioni "non si evince alcuna ipotesi di reato e nello specifico quella di associazione mafiosa". La difesa sostiene, ancora, la mancanza delle esigenze cautelari.

Ad agosto discuteranno dinanzi ai giudici del Riesame i difensori di tutti gli altri indagati. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Menfi, il Riesame non si pronuncia sulle accuse al medico di base

AgrigentoNotizie è in caricamento