menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz antimafia "Opuntia", ricorso in Cassazione per quattro indagati

Si tratta delle persone per le quali il tribunale del Riesame ha rigettato l’istanza di revoca della custodia cautelare in carcere

Quattro dei sette indagati nell’operazione antimafia “Opuntia” ai quali il tribunale del Riesame ha rigettato l’istanza di revoca della custodia cautelare in carcere hanno avanzato ricorso per Cassazione. L’udienza si terrà entro fine maggio. I quattro - secondo quanto riporta il Giornale di Sicilia - sono il medico Pellegrino Scirica, di 63 anni, difeso dagli avvocati avvocato Rosalia Scirica e Flavio Moccia; Matteo Mistretta, di 31, assistito dagli avvocati Carmelo Carrara e Matteo Sbrigata; Tommaso Gulotta, di 52 anni, assistito dall’avvocato Accursio Gagliano. Questi sono tutti menfitani. Ricorso per Cassazione anche da parte di Domenico Friscia, di 54 anni, di Sciacca, difeso dall’avvocato Francesco Graffeo.

Tra gli indagati in carcere soltanto Vito Riggio, di 48 anni, difeso dall’avvocato Calogero Lanzarone, non si è rivolto alla Suprema Corte. Riggio, Gulotta e Friscia nell’interrogatorio di garanzia si sono avvalsi della facoltà di non rispondere, mentre gli altri hanno reso interrogatorio, respingendo le accuse. 

I quattro assieme ai fratelli menfitani Giuseppe e Cosimo Alesi, di 52 e 47 anni, per i quali, invece, la misura cautelare è stata annullata dallo stesso Gip, Fabio Pilato, e da tempo sono stati rimessi in libertà, e Vito Bucceri erano già stati arrestati nell’estate del 2016, ma il tribunale del Riesame di Palermo aveva annullato la seconda ordinanza emessa a loro carico, disponendone la scarcerazione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento