rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Mafia

Operazione "Montagna", ai clan sequestrato "tesoretto" da 500 mila euro in contanti

I soldi rinvenuti sarebbero il frutto della presunta attività criminale delle famiglie per estorsioni, truffe aggravate e attività illecite legate alle scommesse

Un "tesoretto" di circa 500 mila euro. Questo il denaro contante trovato dai carabinieri, nel corso delle perquisizioni eseguite nell'ambito dell'operazione "Montagna", eseguita nella provincia di Agrigento con l'arresto di 57 persone.

Maxi blitz, colpiti mandamenti e famiglie

I soldi rinvenuti sarebbero il frutto della presunta attività criminale posta in essere dalle famiglie del mandamento "Montagna" per estorsioni, truffe aggravate e attività illecite legate alle scommesse. Secondo quanto riferito dall'agenzia Agi, le somme sequestrate sarebbero state così suddivise: 49.200 euro sarebbero riconducibili a Domenico Maniscalco, della famiglia mafiosa di Sciacca; poco piu' di 230 mila euro a Giuseppe Luciano Spoto, 79 anni, presunto reggente del mandamento della montagna e ai figli Massimo (40 anni) e Vincenzo (42 anni).

Il bilancio della Dda: "Agrigento come 'Gomorra'"

E ancora, 240.000 mila euro sarebbero stati sequestrati a Vincenzo Mangiapane, 64 anni, Vincenzo Mangiapane, 53 anni e all'omonimo di 47 anni. Mentre a Giuseppe Blando, 54 anni, della famiglia mafiosa di Favara, sarebbero stati sequestrati 17.800 euro. Le indagini sono state condotte dai carabinieri del reparto Operativo del comando provinciale di Agrigento in raccordo con i sostituti della Direzione distrettuale antimafia Claudio Camilleri, Geri Ferrara e Alessia Sinatra coordinati dal procuratore capo Francesco Lo Voi e dall'aggiunto Paolo Guido.

Arrestato anche il sindaco di San Biagio Platani

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione "Montagna", ai clan sequestrato "tesoretto" da 500 mila euro in contanti

AgrigentoNotizie è in caricamento