menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra Domenico Avarello e Domenico Mangiapane

Da sinistra Domenico Avarello e Domenico Mangiapane

Mafia, droga e un vecchio delitto: chieste 15 condanne

Nel processo scaturito dall'inchiesta "Gallodoro", che ha svelato alcuni affari delle cosche a cavallo di due province, sono imputati pure otto agrigentini

Il pubblici ministeri Stefano Strino e Maurizio Bonaccorso hanno avanzato quindici richieste di condanna nei confronti degli imputati dello stralcio abbreviato del processo “Gallodoro”, scaturito dall’operazione dei carabinieri del Ros, che avrebbe sgominato il mandamento mafioso di Mussomeli, disarticolato un traffico di cocaina a cavallo tra le province di Agrigento e Caltanissetta e fatto luce sull’omicidio di Gaetano Falcone, compiuto a Montedoro ventitrè anni fa. 

Ecco tutte le richieste di pena del troncone abbreviato: Claudio Di Leo, 59 anni, considerato il reggente della famiglia mafiosa di Campofranco (chiesti 20 anni); Calogero Di Vita, 51 anni di San Cataldo (16 anni); Franesco Pollara, 41 anni di Palermo (14 anni); Domenico Avarello, 40 anni di Canicattì (10 anni); Domenico Mangiapane, 41 anni di Cammarata (9 anni); Antonino Lattuca, 39 anni di Agrigento (12 anni); Filippo Cacciatore, 57 anni di Cammarata (4 anni); Vito De Maria, 60 anni di Cammarata (2 anni e 10 mesi); Giovanni Valenti, 46 anni di Favara (2 anni e 6 mesi); Alexander Lattuca, 26 anni di Mussomeli ( 6 anni); Giovanni Siragusa, 37 anni di Mussomeli (9 anni); Vincenzo Scalzo, 47 anni di San Cataldo (14 anni); Pietro Antonio Baudo, 48 anni di Vallelugna (4 anni e 6 mesi); Vincenzo Insinna, 57 anni di Vallelunga (2 anni e 6 mesi); Maurizio Matraxia, 55 anni di San Giovanni Gemini (3 anni).

Nel collegio difensivo gli avvocati Giuseppe Barba, Diego Giarratana, Salvatore Re, Gianfranco Pilato, Massimo Scozzari, Vincenzo Infranco, Carmelo Nocera e Antonio Pecoraro. Si ritorna in aula il 3 febbraio per le loro arringhe messe in calendario anche per l'8 e il 10 febbraio. Il 10 marzo è prevista la sentenza del gup di Caltanissetta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Coronavirus

Attualità

Discarica nel piazzale dell'ospedale, Trupia: "Addebiteremo spese bonifica"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento