rotate-mobile
Le indagini continuano

L'arresto di Messina Denaro, è caccia agli altri bunker del boss: perquisite con il georadar diverse abitazioni

Lo squadrone dei Cacciatori Sicilia è pronto ad entrare nel covo di via Cb31 per cercare eventuali nascondigli. Sentiti Il figlio dell'autista di "Diabolik" e il titolare della concessionaria dove il padrino comprò la Giulietta

Mentre prosegue, a Campobello di Mazara, la caccia a possibili altri bunker segreti del boss Matteo Messina Denaro - i carabinieri stanno scandagliando con il georadar diverse abitazioni del paese, tra le quali quelle di Antonio Luppino, figlio di Giovanni che ha accompagnato in auto alla Maddalena il capomafia, - i militari dell'Arma dello squadrone Cacciatori Sicilia entreranno nel covo di via Cb31 per cercare eventuali nascondigli. L'ex latitante avrebbe vissuto per almeno sei mesi-un anno in quello stabile. Gli investigatori sono al lavoro anche sull'auto, la Giulietta, usata dal boss e trovata nel garage del figlio di Giovanni Luppino.

Addosso all'autista di Messina Denaro anche "pizzini che potrebbero aprire nuovi scenari"

Soldi e fiancheggiatori di Messina Denaro, perquisite anche le case di un ex avvocato massone

Il figlio dell'autista di "Diabolik" è stato già sentito dagli inquirenti e non sarebbe indagato.

La "profezia" sulla cattura di Messina Denaro e le vaghe rivelazioni in tv: chi è Salvatore Baiardo

Quella Giulietta comprata per 10 mila euro da Messina Denaro, identificato il concessionario

Abiti femminili in un covo, si cerca la donna del boss

C'erano anche abiti femminili, e più di uno, nel covo - quello di vicolo San Vito - del boss. Sarebbe il segno pare che il capomafia avesse una relazione con una donna. Abiti sono stati trovati anche in via Cb31. Adesso si cerca di risalire all'identità della donna.

Trovato il terzo covo di "Diabolik": in quell'appartamento ha vissuto fino a giugno

Trovata l'auto di Messina Denaro, è una Giulietta nera ed era vicino al terzo covo

Niente documenti nella Giulietta di Messina Denaro, l'auto a Trapani per accertamenti scientifici

Sentito il concessionario della Giulietta

E' stato sentito dagli inquirenti il titolare della concessionaria di Palermo dalla quale Messina Denaro, un anno fa, comprò la Giulietta con la quale si spostava abitualmente durante la latitanza. Il commerciante, viste le foto del capomafia sui media e riconosciuto il volto dell'acquirente, ha confermato che la macchina fu acquistata personalmente dal padrino. Il veicolo, del quale sono stati trovati i documenti nell'ultima casa era intestato alla madre di Andrea Bonafede, il geometra che ha prestato l'identità al boss. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'arresto di Messina Denaro, è caccia agli altri bunker del boss: perquisite con il georadar diverse abitazioni

AgrigentoNotizie è in caricamento