Domenica, 19 Settembre 2021
Mafia Menfi

La maxi inchiesta antimafia "Opuntia", ribaltato verdetto: due assoluzioni

In primo grado erano stati decisi 15 anni di reclusione per Tommaso Gulotta e 13 anni per Matteo Mistretta

Da sinistra Gulotta e Mistretta

I giudici della prima sezione della Corte di appello di Palermo, ribaltando il verdetto di primo grado del tribunale di Sciacca, hanno disposto l’assoluzione nei confronti di Tommaso Gulotta e Matteo Mistretta, entrambi originari di Menfi, accusati di far parte della locale famiglia mafiosa sgominata nell’ambito dell’inchiesta “Opuntia”. 

In primo grado erano stati decisi 15 anni di reclusione per Gulotta e 13 anni per Mistretta. I giudici di secondo grado, invece, hanno ribaltato la sentenza assolvendoli. Gulotta e Mistretta erano gli unici ad essere stati condannati nel processo scaturito dall’operazione “Opuntia” che avrebbe fatto luce sulle dinamiche delle cosche di Menfi e Santa Margherita Belice.

Alla base dell’operazione le dichiarazioni del collaboratore di giustizia Vito Bucceri, già capo della famiglia mafiosa di Menfi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La maxi inchiesta antimafia "Opuntia", ribaltato verdetto: due assoluzioni

AgrigentoNotizie è in caricamento