rotate-mobile
Mafia Cammarata

Mafia, inchiesta "Montagna": il riesame scarcera due indagati

Arresto annullato per Vincenzo Mangiapane, 46 anni, di Cammarata, e Raffaele Salvatore Fragapane, 40 anni, di Santa Elisabetta

Altre due scarcerazioni nell'ambito della maxi operazione antimafia "Montagna". Il tribunale della libertà, come sollecitato dal ricorso del difensore, l'avvocato Giuseppe Barba, ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Raffaele Salvatore Fragapane, 40 anni, di Santa Elisabetta, cugino di Raffaele Fragapane, ritenuto il capo del mandamento mafioso della cosiddetta "Montagna" che ha ispirato il nome dell'inchiesta.

"Non era prestanome del padre", scarcerato favarese

Raffaele Salvatore Fragapane era ritenuto organico alla famiglia mafiosa di Santa Elisabetta, capeggiata dal cugino. 

Il neo collaboratore di giustizia Giuseppe Quaranta, nel corso di uno degli interrogatori, lo aveva riconosciuto quale uomo d’onore della famiglia di Santa Elisabetta.

Mafia, inchiesta "Montagna": confermato arresto di presunto affiliato

Decisione analoga per Vincenzo Mangiapane, 46 anni, di Cammarata, accusato di associazione mafiosa – in particolare sarebbe stato un componente della famiglia mafiosa di Cammarata  – e intestazione fittizia di beni riguardanti società legate alle scommesse on-line e slot machine.

Mafia, riesame scarcera ventisettenne

Mangiapane, difeso dagli avvocati Giovanni Castronovo e Riccardo Pinella, negli anni scorsi è stato anche direttore sportivo del Kamarat. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia, inchiesta "Montagna": il riesame scarcera due indagati

AgrigentoNotizie è in caricamento