Domenica, 14 Luglio 2024
Mafia Favara

Mafia, inchiesta "Montagna": annullato con rinvio arresto di un favarese

Nuovo passaggio al tribunale del riesame per il cinquantunenne Calogero Maglio, tirato in ballo anche dal pentito Giuseppe Quaranta

Ordinanza di arresto annullata con rinvio: i giudici della Corte di Cassazione, ai quali si sono rivolti i difensori, gli avvocati Giovanni e Tanja Castronovo, dispongono un nuovo passaggio al riesame per discutere nel merito l'ordinanza cautelare emessa a carico del favarese Calogero Maglio, 51 anni, arrestato nell'operazione antimafia "Montagna" lo scorso 22 gennaio.

Mafia, un'altra scarcerazione dell'inchiesta "Montagna" diventa definitiva

Maglio è ritenuto dagli inquirenti "un appartenente alla famiglia mafiosa di Favara, per essersi messo a totale disposizione dell’organizzazione, mantenendo i contatti, organizzando e partecipando a numerosi incontri e riunioni con altri membri delle famiglie mafiose della provincia di Agrigento, tra le quali quelle di Cammarata, San Giovani Gemini e Favara, e partecipando - si legge negli atti giudiziari - ad attività intimidatorie di carattere estorsivo ad imprese e ad esercizi commerciali allo scopo di finanziare l'attività illecita di “Cosa Nostra”.

L'ordinanza, in un primo momento confermata dal riesame, è stata adesso rimandata al tribunale della libertà. Il nuovo pentito Giuseppe Quaranta lo accusa di avere fatto parte della cosca pur precisando che "formalmente non era un affiliato". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia, inchiesta "Montagna": annullato con rinvio arresto di un favarese
AgrigentoNotizie è in caricamento