rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Mafia Favara

Mafia, chiesta confisca di villa e conti per presunto affiliato

La Dda propone di requisire una villetta, un terreno e titoli finanziari per circa 300 mila euro di proprietà di Angelo Di Giovanni

In prima battuta la sezione misure di prevenzione del tribunale ha rigettato la richiesta di sequestro. Adesso la Dda insiste e torna a chiedere la confisca, vale a dire la definitiva acquisizione da parte dello Stato, di una villetta, di un terreno, di un’auto e di alcuni rapporti finanziari del valore di circa 300 mila euro nella disponibilità del favarese Angelo Di Giovanni, 45 anni, arrestato nell’operazione “Montagna” con l’accusa di essere un affiliato della famiglia mafiosa della sua città. Nelle scorse ore si è aperto il procedimento in contraddittorio nel quale Di Giovanni è difeso dall’avvocato Giuseppe Barba.

Confermato l'arresto di presunto affiliato

A decidere saranno i giudici della seconda sezione presieduta da Wilma Angela Mazzara. Barba, alla prima udienza, ha chiesto al tribunale di produrre alcuni documenti che attesterebbero la liceità della provenienza dei beni di cui si chiede la confisca. Si torna in aula il 21 novembre. Di Giovanni era finito in carcere una prima volta lo scorso 22 gennaio quando i carabinieri eseguirono l’operazione “Montagna”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia, chiesta confisca di villa e conti per presunto affiliato

AgrigentoNotizie è in caricamento