Mafia e massoneria deviata, il riesame conferma arresti di boss e due affiliati

Operazione Halycon: restano in carcere Giovanni Lauria, 79 anni; Raimondo Semprevivo, 47 anni e Giovanni Mugnos, 53 anni

I giudici del tribunale del riesame di Palermo hanno confermato l'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Giovanni Lauria, 79 anni, personaggio chiave dell’operazione "Halycon" che ha sgominato un intreccio fra la mafia di Licata e la massoneria deviata di Palermo. Lauria è ritenuto uno dei capi della cosca di Licata.

Ricorso rigettato per Giovanni Lauria come, nei giorni precedenti, era stato pure per il figlio Vito e il nipote farmacista Angelo, presunti affiliati della famiglia. Sempre oggi, due giorni dopo l’udienza, è stata confermata l’ordinanza cautelare in carcere per Raimondo Semprevivo, 47 anni e Giovanni Mugnos, 53 anni, ritenuti affiliati della famiglia mafiosa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Il mondo di un agrigentino a Budapest, Gero Miccichè: "Io e la Disney, una grande emozione"

  • Cliente preleva allo sportello e si accorge dell'incendio in banca: chiusa piazza per ore

  • Mette in vendita i mobili e le rubano 1.050 euro dal bancomat: ecco la nuova truffa

  • Sorpresa in un'osteria di Realmonte, arriva Giancarlo Giannini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento