menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'inchiesta antimafia "Halycon", spunta pure il nome dell'ex sindaco di Licata: Graci interrogato dai carabinieri

L'ex primo cittadino intercettato durante un incontro con il presunto affiliato Giacomo Casa mentre discutono di un lavoro per il figlio

Non solo il deputato regionale Carmelo Pullara. Negli atti dell'inchiesta "Halycon" spunta pure il nome dell'ex sindaco Angelo Graci che, il 13 aprile del 2017, avrebbe incontrato Giacomo Casa, nella lista dei fermati di questa notte. 

“Le acquisizioni tecniche - scrivono i pm - hanno consentito di documentare come un ex esponente delle istituzioni, Angelo Graci si sia recato in visita a Casa, rivendicando di essersi fatto tramite nei confronti di altro esponente politico locale, l’odierno parlamentare della Regione Siciliana Carmelo Pullara, per il soddisfacimento delle esigenze lavorative dei figli del medesimo Casa. Il tenore del colloquio rende peraltro ben evidente la consapevolezza che sia Graci che Pullara nutrivano del ruolo mafioso rivestito da Casa, come inequivocabilmente si trae da quanto affermato dall’ex sindaco: 'Se lui è … se lui è veramente amico come si vuole dimostrare ora…amico… perché lui deve dimostrare quello che è… se è… veramente… perché lo sa che siete voi'”. 

I pm sottolineano: “L’episodio  – si legge nel provvedimento – offre una tangibile prova del radicato potere mafioso acquisito dalla famiglia di Licata, capace di tessere segreti rapporti con compiacenti esponenti politici. Assai eloquente è al riguardo il racconto riferito da Casa delle modalità riservate accortamente utilizzate da Pullara per incontrarlo (“l’altra sera avevamo un appuntamento e lui ha visto l’azione che ho fatto io …me ne sono salito sopra che c’era un mio amico … lui con gli occhi se ne è accorto e poi è venuto fino a sopra … lo ha capito se sono “sperto o se sono scimunito”… capito? E' inutile che io mi faccio vedere dagli amici tuoi”).

Graci, peraltro, questa mattina, subito dopo l'operazione, è stato interrogato dai carabinieri in qualità di persona informata dei fatti e gli sono state chieste delucidazioni relative ai suoi rapporti e alle conoscenze con alcuni degli indagati e altre persone coinvolte nell'inchiesta. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento