rotate-mobile
Mafia Licata

Boss accusato di abusi edilizi difende il presunto braccio destro: "Non sa nulla di quei lavori perchè era in Germania"

Angelo Occhipinti scagiona il genero dell'ex compagna Raimondo Semprevivo: "Per me resta uno della famiglia, non c'entra nulla con questa vicenda"

"Quel terreno l'ho spianato io, Raimondo Semprevivo non sapeva nulla perchè era in Germania". Il boss Angelo Occhipinti, 68 anni, difende così, in aula, l'ex genero Raimondo Semprevivo che, peraltro, al processo alla cosca di Licata è stato condannato a 12 anni di carcere con l'accusa di essere stato il suo braccio destro nella gestione del clan mafioso. 

Entrambi, difesi dagli avvocati Angelo Armenio, Giovanni Castronovo e Chiara Proietto, sono finiti a processo per rispondere di alcuni abusi edilizi. Le due posizioni, per problemi legati alle notifiche, sono state separate. Occhipinti è stato già assolto con sentenza definitiva.

Ieri, però, è stato ascoltato al processo, in corso davanti al giudice Giuseppe Sciarrotta, in cui è imputato Semprevivo. "Per me resta uno della famiglia - ha detto - anche se ho interrotto la relazione con sua suocera. Non si cancellano 35 anni di rapporti come se nulla fosse. In quel periodo, ovvero nel maggio del 2018, era in Germania e non sapeva nulla di quei lavori. Me ne sono occupato io". 

La denuncia nei loro confronti è scattata il 26 maggio del 2018 dopo un controllo in un cantiere, ormai chiuso, dove sarebbero stati commessi degli abusi. I due avrebbero realizzato tre terrazzamenti abusivi in un’abitazione sul mare di Licata, a circa 7 metri dalla battigia in assenza del permesso a costruire.

Le strutture sarebbero state collegate fra loro da una strada di 45 metri. Il terzo terrazzamento, in particolare, sarebbe stato realizzato quasi in verticale sul mare. Contestata anche l’accusa di avere alterato “le bellezze naturali dei luoghi” e di avere operato in assenza di autorizzazione paesaggistica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boss accusato di abusi edilizi difende il presunto braccio destro: "Non sa nulla di quei lavori perchè era in Germania"

AgrigentoNotizie è in caricamento