rotate-mobile
A L'Aquila

Dimesso dall'ospedale Matteo Messina Denaro: "Di buon umore dopo l'intervento riuscito"

Dopo l'operazione chirurgica non invasiva e non collegata al tumore, l'ex superlatitante è tornato in cella scortato e con misure di sicurezza straordinarie

E' stato dimesso stamattina presto in buone condizioni e di buon umore dall'ospedale San Salvatore dell'Aquila l'ex superlatitante Matteo Messina Denaro, ricoverato ieri mattina nel reparto di urologia per un intervento non invasivo che, secondo quanto si è appreso, non sarebbe da collegare direttamente al tumore al colon contro il quale combatte da anni.

Il boss di 62 anni, con misure di sicurezza straordinarie, è stato poi ricondotto nel carcere di massima sicurezza dove è rinchiuso in regime di 41 bis, dallo scorso gennaio, dal giorno in cui è stato arrestato a Palermo al termine di una latitanza di trent'anni.

Il boss - come riferisce l'Ansa - ha trascorso una notte tranquilla nella cella riservata ai detenuti ristrutturata proprio dopo il suo arrivo nel capoluogo regionale, ed è stato dimesso dopo essere stato visitato dall'urologo che ieri mattina lo aveva operato. Anche se l'intervento è tecnicamente riuscito, la completa guarigione dovrà essere valutata nei prossimi giorni. I medici non escludono una seconda procedura.

Ieri il boss è stato visitato anche dai medici del reparto di oncologia che lo hanno in cura da quando è arrivato all'Aquila. Si è trattato di una visita di routine visto che le terapie sono programmate con le condizioni del paziente che sono definite stazionarie: l'ex superlatitante è infatti sottoposto a chemioterapia nel carcere di massima sicurezza, nell'ambulatorio ad hoc ricavato di fronte alla sua cella.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dimesso dall'ospedale Matteo Messina Denaro: "Di buon umore dopo l'intervento riuscito"

AgrigentoNotizie è in caricamento