Venerdì, 14 Maggio 2021
Mafia

"Quaranta fu un 'big' nel mercato della droga", parola della Cassazione

Lo scrivono i giudici ermellini, respingendo un ricorso presentato dal pentito, dopo il blitz Montagna, per una vicenda relativa al 2017

Giuseppe Quaranta

Il pentito Giuseppe Quaranta è stato un "big" nel mercato della droga sull'asse Agrigento-Comiso-Calabria. Lo scrive la Corte di Cassazione, - si legge sul quotidiano La Sicilia - respingendo un ricorso presentato dal pentito, dopo il blitz Montagna, per una vicenda relativa al 2017. 

"Il tribunale del Riesame di Catania - si legge - confermò la misura cautelare degli arresti domiciliari inglitti dal gip etneo in ordine ad un'indagine sul fiorente traffico di droga che aveva nel gruppo agrigentino capeggiato da Francesco Fragapane il punto di appoggio sul versante ragusano".

A quel punto, il legale di Quaranta presentò ricorso all'ordinanza di custodia che i giudici ermellini hanno respinto. "L'attivismo di Quaranta - scrivono i giudici - si concretava nel chiedere incontri e ottenere appuntamenti per esigere il saldo dei debiti inerenti precedenti forniture di cocaina".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Quaranta fu un 'big' nel mercato della droga", parola della Cassazione

AgrigentoNotizie è in caricamento