menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra Russotto, Rizzo e Prestia

Da sinistra Russotto, Rizzo e Prestia

"Agguato a ristoratore in Belgio", chiesti due rinvii a giudizio

La Procura non crede alla ritrattazione del mancato collaboratore Mario Rizzo e lo manda a processo insieme al cognato che aveva accusato

La Procura non crede alla ritrattazione. Il mancato collaboratore con la giustizia, dopo la bocciatura delle ipotesi di inserimento nel programma di protezione per la modesta consistenza delle sue dichiarazioni, aveva fatto marcia indietro.

"Ho fatto una falsa collaborazione con la giustizia – aveva detto Mario Rizzo -, mi sono inventato tutto a partire dalle accuse contro mio cognato Gerlando Russotto". Il procuratore aggiunto di Agrigento, Salvatore Vella, e il pubblico ministero Alessandra Russo, però, non credono alla nuova versione, messa a verbale con la squadra mobile il 18 aprile dell'anno scorso, e l’inchiesta per l’agguato al ristoratore Saverio Sacco, avvenuto il 28 aprile del 2017 a Grace Hollogne, in Belgio, dove gli indagati e la vittima in quel periodo vivevano, approda in aula per il processo. I pm hanno chiesto, infatti, il rinvio a giudizio di Russotto e Rizzo.

L'udienza preliminare è in programma il 23 marzo davanti al giudice Luisa Turco. Rizzo, favarese, 33 anni, aveva detto di avere sparato a Saverio Sacco insieme al cognato e all'empedoclino Salvatore Prestia, noto per essere il cognato del boss Gerlandino Messina. Prestia è sotto processo in Belgio. Sarebbe stato lui a organizzare l'agguato perchè Sacco, che nelle settimane precedenti era stato fermato dalla polizia con della droga in casa, lo avrebbe descritto come un "infame" che aveva fatto la soffiata alla polizia. 

I difensori di Rizzo e Russotto - gli avvocati Calogero Lo Giudice, Salvatore Cusumano e Giacomo La Russa - all'udienza preliminare potranno chiedere il giudizio abbreviato oppure sarà il giudice a decidere se disporre il rinvio a giudizio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento