Domenica, 13 Giugno 2021
Mafia

Un vigneto nel terreno confiscato al boss Amodeo, via libera al progetto

Sarà sviluppato su cinque ettari a partire dai prossimi giorni, l'annuncio della presidente della Coop “Libera Armonia”

FOTO ARCHIVIO

Nascerà un nuovo vigneto in uno dei terreni confiscati alla mafia di Cattolica Eraclea. Ben 17 mila viti stanno per essere piantumate in un appezzamento in contrada Monte Sara, in territorio di Ribera. Lo ha annunciato Rosalia Nuccio, presidente della cooperativa “Libera Armonia” di Poggioreale a cui qualche anno fa sono stati assegnati a titolo gratuito, dal Comune di Ribera, i terreni per la riconversione colturale.

La notizia è riportata oggi sul Giornale di Sicilia. A seguire il progetto, che sarà sviluppato su cinque ettari di terreno, sarà l’agronomo Angelo Moscarelli.

La piantumazione della barbatelle, tutte innestate, salvo imprevisti, prenderà il via giovedì prossimo su un campo già lavorato e preparato l’estate scorsa. In particolare, il vigneto, con sesto a spalliera, sarà composto per tre ettari della varietà Nero d’Avola e per due di Grillo, due dei vitigni autoctoni siciliani più conosciuti e più apprezzati dal mercato. La cooperativa “Libera Armonia” ha previsto un investimento complessivo di circa 80 mila euro.

Il terreno su cui nascerà il vigneto è quello confiscato a Gaetano Amodeo, morto da diversi anni, era considerato un esponente di spicco della famiglia mafiosa di Cattolica Eraclea e legato oltreoceano al clan Rizzuto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un vigneto nel terreno confiscato al boss Amodeo, via libera al progetto

AgrigentoNotizie è in caricamento