menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Antonino Bartolotta

Antonino Bartolotta

Castrofilippo, funerali negati in chiesa per il presunto capo mafia

La salma dell'anziano è stata trasferita dalla sua abitazione direttamente al cimitero. E non alle ore 16, per come era stato annunciato sul manifesto funebre, ma alle 14

Negati i funerali in chiesa per Antonino Bartolotta, 90 anni, ritenuto il capo mafia di Castrofilippo. L'anziano, malato da tempo tant'è che era agli arresti domiciliari, è morto lo scorso 27 luglio nella sua abitazione. La Questura, per motivi di ordine pubblico, - così come scrive La Sicilia - ha vietato che venissero celebrati i funerali in chiesa

La salma dell'anziano è stata trasferita dalla sua abitazione direttamente al cimitero di Castrofilippo. E non alle ore 16, per come era stato annunciato sul manifesto funebre, ma è stato imposto un orario diverso: le ore 14. Al cimitero la salma è stata tumulata dopo la benedizione. 

Bartolotta era stato arrestato nel 2010 quando, a Castrofilippo, scattò l'operazione antimafia "Family" che portò in carcere anche l'ex sindaco Salvatore Ippolito ed altre 5 persone. Determinanti per quell'inchiesta furono le dichiarazioni dei collaboratori di giustizia Maurizio e Beniamino Di Gati, Ignazio Gagliardo e Giuseppe Sardino.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento