La Cassazione: "Falsone dovrà limitarsi nello scrivere lettere"

Il tribunale di Sorveglianza di Torino aveva bloccato una lettera scritta dell'ex capomafia e inviata all'associazione "Nessuno tocchi Caino"

Giuseppe Falsone

L'ex capomafia dell'Agrigentino, il boss Giuseppe Falsone, dovrà limitarsi nello scrivere lettere. Specie su argomenti ritenuti non in linea con quanto disposto dalla legge penitenziaria. Lo ha deciso con due sentenze - secondo quanto riporta oggi il quotidiano La Sicilia - la Corte di Cassazione alla quale l'uomo si era rivolto in seguito a quanto accadutogli nei mesi scorsi. Il tribunale di Sorveglianza di Torino aveva bloccato una lettera scritta da Falsone e inviata all'associazione "Nessuno tocchi Caino". Adesso, la Cassazione ha rigettato il ricorso che era stato formalizzato dall'ormai ex capomafia dell'Agrigentino. 

Giuseppe Falsone è rinchiuso nella casa circondariale di Novara. 

Potrebbe interessarti

  • L'arnica, un rimedio naturale a dolori e infiammazioni

  • Il paddle, lo sport dei vip che è ormai diventato mania

  • Il caffè è buono e fa bene

  • Specchio, specchio delle mie brame

I più letti della settimana

  • "Prendo il reddito di cittadinanza, voglio rendermi utile": cittadino ripulisce piazza

  • Scooterone finisce dentro un canale di scolo: muore trentenne a causa di un incidente

  • "Sequestro di persona e abuso d'ufficio", Legambiente Sicilia denuncia Salvini

  • Chef Rubio choc su Instagram: "Lampedusa? Bella, ma è anche l'isola della cocaina e mafia"

  • Incidente tra auto e scooter, ferito grave il motociclista: trasferito in elisoccorso

  • Ignoti strappano annuncio mortuario per il trigesimo di Andrea Camilleri

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento