Storico mafioso agrigentino si pente e sventa attentato della ndrangheta in Piemonte

"Ho saputo che delle persone si sono procurate delle bombe a mano da utilizzare per un omicidio e questa cosa non mi piace e voglio evitarla"

Foto archivio

La 'ndrangheta stava preparando un attentato nel Torinese con delle bombe a mano: è questo il motivo per il quale un siciliano di 61 anni, dopo essersi presentato come ex appartenente a 'Cosa Nostrà per il mandamento di Canicattì di Antonio Ferro, ha deciso di collaborare con la Dda del Piemonte, rendendo dichiarazioni poi utilizzate nell’inchiesta Carminius sulla presenza dei clan a
Carmagnola (poi collegata a quella che in un filone laterale ha portato all’arresto dell’assessore regionale Roberto Rosso per
voto di scambio).

«Ho saputo - disse il pentito all’inizio del 2018 - che delle persone si sono procurate delle bombe a mano da utilizzare per un attentato e questa cosa non mi piace e voglio evitarla».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo il sessantunenne, gli ordigni (sei in tutto) erano stati fatti arrivare dalla Calabria «per usarle contro una persona che
creava problemi». Nell’attesa dovevano essere custoditi a Carmagnola. Sempre secondo il pentito, nella zona «'ndrangheta e Cosa
nostra hanno fatto un patto per lavorare assieme senza darsi fastidio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • Coronavirus, 7 nuovi casi: 3 ad Aragona, 2 a Sciacca, 1 ad Agrigento e a Palma

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

  • Schizza il bilancio dei positivi nell'Agrigentino, ancora casi a Canicattì e Licata

  • Boom di contagiati da Covid 19 a Sciacca, adesso sono 29: ci sono anche un neonato e la sua famiglia

  • Passeggero della Tua positivo al Covid 19, l'Asp: "Chi ha viaggiato su questo bus ci contatti immediatamente"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento