menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giuseppe Puleri

Giuseppe Puleri

Mafia, chiesta sorveglianza speciale: cugino del boss Falsone davanti ai giudici

Giuseppe Puleri, 40 anni, presunto affiliato del clan di Campobello, secondo i pm è socialmente pericoloso

Socialmente pericoloso per via dei suoi legami con personaggi della criminalità organizzata e non solo. Secondo i pm della Dda, il quarantenne Giuseppe Puleri - noto anche per essere il cugino del boss Giuseppe Falsone, arrestato in Francia nel 2010, quando era ritenuto il numero due di Cosa Nostra in Sicilia - deve essere sottoposto alla sorveglianza speciale. Il procedimento, in programma ieri mattina davanti ai giudici della sezione Misure di prevenzione, non si è tenuto per l'emergenza Coronavirus che non ha fatto ancora ripartire l'attività giudiziaria a pieno regime.

L'udienza sarà riprogrammata nelle prossime settimane. Al termine del procedimento, in contraddittorio fra accusa e difesa, i giudici decideranno se applicargli il provvedimento restrittivo della libertà personale che sarà, comunque, operativo solo dopo la scarcerazione visto che il campobellese è detenuto al carcere di Voghera per l'accusa di associazione mafiosa.

Il difensore di Puleri, l'avvocato Angela Porcello, aveva chiesto di potere fornire al tribunale "ampia documentazione finalizzata a smentire la pericolosità sociale" e i giudici avevano disposto un rinvio per consentirne l'acquisizione. L'atto istruttorio doveva essere completato ieri ma c'è stato un rinvio. Il quarantenne è stato arrestato il 19 giugno nell'operazione "Assedio" con l'accusa di avere fatto parte della famiglia mafiosa di Campobello partecipando a riunioni e incontri e alla gestione delle "messe a posto". Domani, peraltro, è previsto il suo interrogatorio, fissato su sua richiesta dopo l'avviso di conclusione delle indagini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento