Processo Vultur, i giudici: "Sì all'audizione delle vittime delle estorsioni"

In aula - per l'audizione delle persone offese - si tornerà il 28 gennaio

Rosario Meli

La richiesta di sentire i tre imprenditori che sarebbero stati vittime di estorsione era stata fatta, dalla difesa, il 19 novembre scorso. Oggi, i giudici della quarta sezione della Corte di appello - davanti ai quali è iniziato il processo scaturito dall’inchiesta antimafia “Vultur” che ha fatto luce sui presunti componenti delle famiglie di Camastra e Canicattì - hanno sciolto la riserva e hanno dato il via libera.

Mafia, la maxi inchiesta "Vultur": parte appello per i boss Meli e Di Caro

Verranno sentiti quindi i proprietari della ditta di onoranze funebre di Camastra. In aula - per l'audizione delle persone offese - si tornerà il 28 gennaio. In primo grado, la sentenza è stata emessa - dai giudici del tribunale di Agrigento - lo scorso 22 novembre. 

Il processo di mafia "Vultur" verso l'appello, Rita Meli: "Chi ci ha accusati non è in buona fede"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul lavoro: si ribalta il trattore e muore un 53enne

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Il mondo di un agrigentino a Budapest, Gero Miccichè: "Io e la Disney, una grande emozione"

  • Morta di malaria a 44 anni dopo una vacanza in Nigeria

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Cliente preleva allo sportello e si accorge dell'incendio in banca: chiusa piazza per ore

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento