rotate-mobile
Mafia

Blitz "Montagna", scena muta e tentativi di spiegazione: al via gli interrogatori

Entro le prossime ore, nelle varie carceri siciliane dove i 57 arrestati sono detenuti, tutti gli indagati verranno ascoltati

I primi interrogatori si sono svolti. Al carcere Pagliarelli di Palermo, fra la mattinata e il pomeriggio di ieri, sono stati sentiti in tutto una ventina di indagati nell'ambito del fascicolo della Dda denominato "Montagna". Davanti al giudice sono comparsi: Raffaele Fragapane, Luigi Pullara, Giuseppe Nugara, Giuseppe Vella, Vincenzo Cipolla, Vincenzo Mangiapane classe 1971, Stefano Valenti, Giuseppe Quaranta, Pasquale Fanara, Giuseppe Luciano Spoto, Massimo Spoto e Vincenzo Spoto.

La strategia difensiva (gli indagati sono assistiti, fra gli altri, dagli avvocati Giuseppe Barba, Giovanni Castronovo, Giovanni Vaccaro, Domenico Testasecca e Raffaele Bonsignore) è stata differente. Gli Spoto, Pullara e Nugara si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

Quasi tutti gli altri hanno risposto per difendersi dalle accuse. Al carcere di Agrigento, dove si sono celebrati gli interrogatori davanti al giudice Francesco Provenzano, sono stati ascoltati Caogero Maglio, 51 anni, di Favara (difeso dall’avvocato Tanja Castronovo) che si è avvalso della facoltà di non rispondere, e il medico di Cammarata Pietro Stefano Reina, assistito dagli avvocati Lillo Fiorello e Riccardo Pinella. Oggi e domani si continua con gli interrogatori nelle varie carceri siciliane dove i 57 arrestati sono detenuti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz "Montagna", scena muta e tentativi di spiegazione: al via gli interrogatori

AgrigentoNotizie è in caricamento