rotate-mobile
I retroscena

L'arresto di Messina Denaro: operato per un tumore a La Maddalena faceva cicli di chemioterapia

Il boss, che aveva in programma dopo l'accettazione fatta con un documento falso, prelievi, visita e cura, era all'ingresso. Un carabiniere si è avvicinato al padrino e gli ha chiesto come si chiamasse. "Mi chiamo Matteo Messina Denaro", ha risposto

Matteo Messina Denaro era in cura nella clinica La Maddalena di Palermo, nella quale oggi i carabinieri del Ros lo hanno arrestato dopo 30 anni di latitanza, da oltre un anno. Nella struttura sanitaria, a quanto pare, faceva periodicamente dei controlli. Oggi vi era andato per sottoporsi a una seduta di chemioterapia. Aveva già fatto il tampone e aspettava gli altri esami prima di sottoporsi alla chemio. Il boss mafioso era stato operato nel 2021 per alcune metastasi al fegato. Un percorso clinico che era cominciato quando al capomafia era stato diagnosticato un cancro al colon. Sarebbe stato operato nell'ospedale Abele Ajello di Marsala. Da allora si era sottoposto a cicli di chemio e visite fino alla scoperta del tumore al fegato. Dopo l'operazione alla Maddalena si sarebbe sottoposto a cicli di chemio una volta ogni sei mesi. 

carabinieri ros arresto matteo messina denaro clinica maddalena (foto ansa)-2

Le prime parole del boss 

"Sono Matteo Messina Denaro". Sono state queste le prima parole del boss arrestato. "Come ti chiami?", gli hanno chiesto i carabinieri. "Sono Matteo Messina Denaro". Il capomafia avrebbe cercato di allontanarsi alla vista dei carabinieri. Un tentativo di pochi istanti fermato dai carabinieri. 

La certezza che Messina Denaro usufruisse dei servizi sanitari della clinica La Maddalena è arrivata tre giorni fa. I magistrati, che da tempo seguivano la pista, hanno dato il via libera per il blitz, I carabinieri del Gis erano già alla clinica Maddalena dove, da un anno, Messina Denaro si sottoponeva alla chemioterapia. Il boss, che aveva in programma dopo l'accettazione fatta con un documento falso, prelievi, la visita e la cura, era all'ingresso. Un carabiniere si è avvicinato al padrino e gli ha chiesto come si chiamasse. "Mi chiamo Matteo Messina Denaro", ha risposto. 

Arrestato in una clinica privata di Palermo, finisce dopo 30 anni la latitanza del boss Matteo Messina Denaro

"Bravi, bravi!": urla ed applausi per i carabinieri del Ros

I carabinieri del Ros, durante la notte, hanno messo in sicurezza, con decine di uomini, tutti i pazienti. Denaro è stato portato nella caserma dei carabinieri San Lorenzo in via Perpignano. Poi l'ormai ex superlatitante verrà trasferito (alle ore 11 è stato spostato all'aeroporto di Boccadifalco) in una struttura carceraria di massima sicurezza. La stessa cosa accadde al boss Totò Riina, arrestato il 15 gennaio di 30 anni fa.

Arresto Matteo Messina Denaro, l'abbraccio fra i carabinieri e la gente

"Bravi, bravi!". Urla di incoraggiamento e applausi nei confronti dei carabinieri del Ros, da parte di decine di pazienti e loro familiari, hanno accompagnato l'arresto del superlatitante Matteo Messina Denaro che non ha opposto resistenza.

"Grazie!": lacrime, abbracci e urla dopo l'arresto di Messina Denaro davanti alla Maddalena

Mafia, l'ex primula rossa Matteo Messina Denaro trasferito in località segreta: ecco le immagini

L'arresto del boss Matteo Messina Denaro, nel 2009 venne immortalato a Santa Margherita di Belìce

Ecco come era vestito il boss

Cappellino, cappotto di montone da uomo e occhiali da vista scuri. È così che si presentava Matteo Messina Denaro al momento dell'arresto. L'uomo, visibilmente ingrassato rispetto alle ultime foto conosciute su di lui che risalgono a diversi anni fa, tenuto sotto braccio dai carabinieri ha attraversato a piedi in manette per alcune centinaia di metri il viale della clinica dopo l'arresto arrivando in strada, prima di essere portato via su un mezzo dei carabinieri del Ros.

La clinica "La Maddalena" centro di riferimento per i malati oncologici

La clinica privata "La Maddalena" si trova nel quartiere San Lorenzo, alla periferia Nord di Palermo, ed è un centro di riferimento per i malati oncologici in Sicilia. E' un ospedale ad alta specialità che dispone di un dipartimento Oncologico di III livello medico chirurgico, il più elevato nella classificazione degli ospedali oncologici siciliani pubblici e privati, di un dipartimento antalgico ematoncologico con unità specializzate nel trapianto di midollo osseo. Dispone inoltre di un dipartimento di radioterapia oncologica e di microchirurgia oculare e di un'unità funzionale di lungodegenza. La clinica è anche un punto di riferimento importante per i malati che devono sottoporsi a Tac, Pet e tomografia a emissioni di positroni. Al suo innterno operano vari laboratorii di analisi cliniche e di anatomia patologica. 

Mafia, l'ex primula rossa Matteo Messina Denaro trasferito in località segreta: ecco le immagini

(Aggiornato alle ore 12,50)

Arresto Messina Denaro, tutti i titoli di tv e quotidiani esteri

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'arresto di Messina Denaro: operato per un tumore a La Maddalena faceva cicli di chemioterapia

AgrigentoNotizie è in caricamento