Condanna definitiva per il boss Caruana, dovrà scontare 18 anni di reclusione

Il 74enne originario di Siculiana è accusato di narcotraffico. L'uomo è soprannominato il boss dei due mondi

Alfonso Caruana

La Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato presentato da Alfonso Caruana, accusato di narcotraffico.

L’uomo, originario di Siculiana, aveva costruito in casa un vero clan basato sul traffico di droga. Il 74enne, soprannominato il boss dei due mondi, è attualmente detenuto. La Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso che i suoi legali avevano presentato contro la sentenza pronunciata nel 2019 dalla Corte d'Appello di Torino. La condanna che riguarda il  74enne è divenuta definitiva. Caruana dovrà scontare altri 18 anni di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento