Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Menfi

Mafia di Menfi, chieste 2 assoluzioni in Corte d'appello

Si tratta del processo scaturito dall’operazione “Opuntia”. Gli imputati sono Matteo Mistretta e Tommaso Gulotta. In primo grado furono condannati, rispettivamente, a 13 e a 15 anni di reclusione

L’assoluzione di Matteo Mistretta, 34 anni di Menfi, accusato di associazione mafiosa, è stata chiesta dalla difesa, con gli avvocati Carmelo Carrara e Giovanni Castronovo, nel processo scaturito dall’operazione “Opuntia”, che si celebra dinanzi ai giudici della Corte di appello di Palermo.

Imputato anche un altro menfitano, Tommaso Gulotta, 55 anni, difeso dagli avvocati Giovanni Rizzuti ed Accursio Gagliano, che hanno discusso nella precedente udienza chiedendo anche loro l’assoluzione del loro assistito. 

La conferma della sentenza di primo grado - come si legge oggi sul Giornale di Sicilia - che ha portato alla condanna dei due imputati è la richiesta avanzata, invece, dal sostituto procuratore generale Vincenza Sabatino.

In primo grado il tribunale di Sciacca ha condannato Mistretta a 13 anni di reclusione e Gulotta a 15 anni. La difesa di Mistretta ha puntato sull’inattendibilità delle dichiarazioni del collaboratore di giustizia Vito Bucceri e sull’estraneità dell’imputato ai fatti che gli vengono addebitati. Per il sostituto procuratore generale, invece, le dichiarazioni rese dal collaboratore di giustizia sono attendibili, comprese quelle in occasione della riapertura dell’istruttoria dibattimentale in questo processo.

I giudici di appello hanno già sentito Bucceri su alcune domande non ammesse nel processo di primo grado dal tribunale di Sciacca. Non sono emerse novità rispetto a quanto il collaboratore aveva già riferito.

A Mistretta viene contestato di avere fornito disponibilità a Bucceri nella predisposizione di un contratto di lavoro presso la sua azienda agricola al fine di favorirne gli spostamenti su più territori eludendo così le prescrizioni dettate dalla misura di prevenzione di sorveglianza speciale di pubblica sicurezza.

Il 14 settembre si tornerà in aula per eventuali repliche e poi i giudici della terza sezione della Corte di appello di Palermo entreranno in camera di consiglio per la sentenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia di Menfi, chieste 2 assoluzioni in Corte d'appello

AgrigentoNotizie è in caricamento