rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Cronaca

I martiri della mafia ricordati in tribunale con gli scatti di Lavinia Caminiti

Iniziativa dell'Associazione nazionale magistrati, il presidente Giuseppe Miceli: "Avviciniamo i più giovani alle istituzioni"

“Con l’allestimento della mostra di Lavinia Caminiti, vogliamo avvicinare gli studenti e le giovani generazioni alle istituzioni giudiziarie parlando loro delle vite spezzate dalla mafia e dall’indifferenza”.

Il giudice Giuseppe Miceli, presidente della sezione agrigentina dell’Associazione nazionale magistrati, il sindacato delle toghe, spiega così il senso dell’iniziativa artistica e culturale che, da ieri e fino al 9 novembre, sarà realizzata al primo piano del tribunale di Agrigento.

"Gli invisibili", il ricordo delle vittime di mafia

Una mostra che unisce storia, fotografia e cronaca con un unico filo conduttore rappresentato dalle vittime della mafia. “Invisibili”, è il nome della mostra itinerante con sottotitolo: “Vittime della mafia e dell’indifferenza”. I pannelli sono stati collocati al primo piano del tribunale, accanto all’aula Livatino. Ognuno ricorda una o più vittime della mafia con una foto simbolo e la prima pagina dei giornali del passato che ricordano il tragico evento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I martiri della mafia ricordati in tribunale con gli scatti di Lavinia Caminiti

AgrigentoNotizie è in caricamento