"Niente assistenza per mia figlia disabile", mamma fa causa al Comune

La donna reclama "l'assistente alla comunicazione per dieci ore settimanali"

"Mia figlia disabile ha diritto all'assistente alla comunicazione per dieci ore alla settimana". Una donna, madre di una ragazzina disabile, che frequenta un istituto secondario della città, ha fatto causa al Comune di Agrigento chiedendo al giudice che venga accertato e dichiatato, in via d'urgenza, il diritto della figlia di fruire del servizio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il dirigente del settore Affari legali di Palazzo dei Giganti, Antonio Insalaco, ha autorizzato la costituzione dell'ente, nel giudizio davanti al tribunale di Agrigento, dando incarico per la rappresentanza all'avvocato Rita Salvago.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento