"Niente assistenza per mia figlia disabile", mamma fa causa al Comune

La donna reclama "l'assistente alla comunicazione per dieci ore settimanali"

"Mia figlia disabile ha diritto all'assistente alla comunicazione per dieci ore alla settimana". Una donna, madre di una ragazzina disabile, che frequenta un istituto secondario della città, ha fatto causa al Comune di Agrigento chiedendo al giudice che venga accertato e dichiatato, in via d'urgenza, il diritto della figlia di fruire del servizio.

Il dirigente del settore Affari legali di Palazzo dei Giganti, Antonio Insalaco, ha autorizzato la costituzione dell'ente, nel giudizio davanti al tribunale di Agrigento, dando incarico per la rappresentanza all'avvocato Rita Salvago.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento