menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Agrigento, M5s: «La Passeggiata archeologica è degradata»

Per i cinquestelle da oltre un anno il Comune si era preso l'impegno di stabilire con certezza a quale ente facesse capo la strada al fine di firmare un protocollo d'intesa con Anas e Parco Archeologico, ma ad oggi, dicono, tutto tace e la strada più percorsa dai turisti è vittima del degrado

«Via Passeggiata Archeologica è degradata». Lo dicono i consiglieri del M5S al Comune di Agrigento Marcello La Scala e Marcella Carlisi e l' attivista Fabrizio La Gaipa.

Per i cinquestelle da oltre un anno il Comune si era preso l’impegno di stabilire con certezza a quale ente facesse capo la strada al fine di firmare un protocollo d’intesa con Anas e Parco Archeologico, ma ad oggi, dicono, tutto tace e la strada più percorsa dai turisti è vittima del degrado.

«A gennaio 2014 - scrivono - in seguito ai solleciti inviati dal Movimento 5 Stelle all’Anas, il direttore regionale per la Sicilia dell’Anas, Salvatore Giuseppe Tonti, rispose con una nota nella quale si spiegava che la competenza dell’Anas sulla via Passeggiata Archeologica sarebbe limitata al solo manto stradale ed alla sola segnaletica orizzontale. Nella stessa lettera, su richiesta del M5S, l’Anas si impegnava a collocare allo svincolo autostradale di Caltanissetta l’indicazione per la Valle dei Templi. Promessa poi mantenuta. Su sollecitazione del Movimento, nel mese di febbraio si svolse una riunione fra i rappresentanti del Comune di Agrigento, dell’Anas Sicilia e del Parco Archeologico proprio nella sede di quest’ultimo a Casa Sanfilippo. In quell’occasione, data l’incertezza delle competenze, i rappresentanti dei tre enti presero reciprocamente l’accordo di firmare un protocollo d’intesa che dividesse le competenze fra i tre enti. In particolare, i muretti avrebbero delineato il confine di quanto di competenza del Parco Archeologico, i marciapiedi sarebbero stati assegnati al Comune ed infine l’asfalto sarebbe rimasto all’Anas. Si era parlato anche di un progetto complessivo di recupero e valorizzazione. I responsabili del Comune si assunsero il compito di redigere la bozza del protocollo e di completarlo con tutta la documentazione necessaria. Questo accadeva nel febbraio 2014  - dicono ancora - e da allora tutto tace. Nulla è stato compiuto lungo la via Passeggiata archeologica, nulla nell’interesse non solo della cittadinanza agrigentina ma anche dei tanti turisti che decidono di visitare la città e la Valle dei Templi. Marciapiedi sconnessi con nessuna speranza per chi è in carrozzella, i muretti a secco che la costeggiano sono cadenti ed a tratti già franati, le radici hanno sollevato i marciapiedi provocando pericolose trappole, l’illuminazione è del tutto inadeguata o meglio inesistente E’ necessario che il Comune si adoperi con sollecitudine per portare a termine quanto pattuito oltre un anno fa in modo da consentire di dare decoro a questa strada che, attraversando la Valle dei Templi, è la strada più vista dai turisti in visita ad Agrigento».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento