"Luogo frequentato da pregiudicati", la polizia chiude un bar del centro

Durante il maxi controllo sono state elevate 23 contravvenzioni per il mancato rispetto del codice della strada, 6 i documenti ritirati e 4 i veicoli sequestrati

(foto ARCHIVIO)

Bar frequentato da pregiudicati agrigentini e stranieri. E' su disposizione del questore di Agrigento Rosa Maria Iraci, dopo più controlli realizzati dai poliziotti del commissariato di Canicattì, che s'è arrivati alla chiusura di un bar del centro. Durante le verifiche i poliziotti hanno infatti appurato che il locale "era, sovente, frequentato da persone con pregiudizi penali e di polizia, italiani e stranieri". Essendo stato, dunque, ritenuto "luogo di ritrovo di soggetti controindicati", è stato chiuso per cinque giorni.

I controlli, capillari e meticolosi, realizzati nelle ultime ore dalla polizia sono stati indirizzati alla prevenzione e repressione degli illeciti stradali, al regolarità della circolazione stradale e all'ispezione negli esercizi commerciali e di eventuali persone sospette. 

I poliziotti del commissariato - nei due posti di blocco e 14 di controllo - hanno identificato 183 persone, controllato 135 veicoli ed elevato, complessivamente, 23 contravvenzioni per il mancato rispetto del codice della strada. Sei i documenti ritirati e quattro i veicoli sottoposti a sequestro amministrativo. Sono stati fatti anche 32 controlli a persone pregiudicate sottoposte a misure di sicurezza e cautelare e poi sono stati ben 353 i veicoli controllati con il sistema Mercurio - che si occupa del rilevamento delle targhe - e, infine, 8 controlli amministrativi in altrettanti bar e sale gioco. Ed è proprio in questo contesto che è scattata la chiusura - per cinque giorni - del bar del centro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sempre ai bar e alle sale slot sono state elevate multe - da 308 euro - per la mancata esposizione del listino prezzi; 1032 euro perché chi c'era non era il titolare, né personale autorizzato e 2000 euro per mancato possesso di attestato di formazione per personale alimentarista e per le somministrazioni delle bevande. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Villaseta: giovane si toglie la vita, avviate le indagini

  • Coronavirus: muore commerciante di Canicattì, seconda vittima dopo l'anziana di Sambuca

  • Coronavirus, è di nuovo raffica di positivi a Ravanusa, Palma, Canicattì, Licata, Sciacca, Cianciana e Porto Empedocle

  • Non si fermano i contagi a Sambuca, altri nove positivi: tra questi anche un impiegato

  • Amministrative, Franco Miccichè il nuovo sindaco: vittoria a valanga su Firetto

  • Coronavirus: 5 alunni positivi a Porto Empedocle e 3 a Lampedusa: salgono a 15 i contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento