Canale di gronda per salvare Lucca Sicula dal dissesto, c'è la gara

Gli uffici hanno pubblicato il bando d'appalto, termine per la presentazione delle domande previsto per l’11 novembre per un importo di 118 mila euro

Un progetto esecutivo per mettere in sicurezza la zona a monte del centro abitato di Lucca Sicula, nell’Agrigentino. E’ questo il primo e indispensabile passaggio per restituire la piena fruibilità dei luoghi ed è proprio quello che ha fatto la struttura contro il dissesto idrogeologico, guidata dal governatore Nello Musumeci, colmando una lacuna di quindici anni.

Gli uffici diretti da Maurizio Croce hanno infatti pubblicato la gara – termine per la presentazione delle domande previsto per l’11 novembre per un importo di 118 mila euro – per la progettazione, utile alla realizzazione di un canale di gronda nella zona est dell’abitato, tra via Pizzo di Santa e via Campo Sportivo.

Parte quindi da oggi il countdown per la soluzione di un problema annoso, che non pochi disagi e pericoli ha creato ai residenti soprattutto nella stagione invernale, a causa delle piogge che si riversano nelle strade sino a raggiungere la centralissima piazza Vittorio Emanuele. Il sistema viario e il traffico veicolare sono gli ambiti che più hanno risentito di questi disservizi, con percorsi alternativi difficoltosi e l’inagibilità di alcuni tratti tra cui quello di via Teatro.

L’intervento consiste principalmente nella realizzazione di un canale di gronda con tubazioni in pead di vari diametri in funzione della portata, della pendenza e della migliore rispondenza. Previste altresì opere per una migliore raccolta delle acque con un sistema di caditoie, e soluzioni per il contenimento di fenomeni erosivi e la riduzione delle potenzialità di rischio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento