menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lorena Quaranta

Lorena Quaranta

Lorena Quaranta non c'è più, Favara è sotto choc: sarà lutto cittadino

La giovane donna sarebbe stata uccisa dal suo compagno. La ragazza aveva un grande sogno, ovvero quello di diventare un medico affermato

E’ stato un risveglio drammatico per i favaresi. La comunità è sotto choc per la morte di Lorena Quaranta. La giovane donna, uccisa dal fidanzato, era molto conosciuta in città. Lorena Quaranta aveva un grande sogno, ovvero quello di diventare un medico. La favarese, che studiava all’università di Messina, amava la vita. Non è una retorica, ma a scriverlo sui suoi profili social, era stata lei stessa. L’emergenza Covid 19 l’aveva colpita particolarmente tanto da invitare tutti a “rimanere uniti, a restare a casa”. Lorena Quaranta aveva brindato al nuovo anno accanto al suo compagno, la stessa persona che - questa mattina - avrebbe confessato il femminicidio.

Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

"Favara oggi si è svegliata fra le lacrime - dice Anna Alba, sindaco di Favara. Ho appreso stamani la tragica notizia della prematura scomparsa della nostra concittadina Lorena, per mano di un gesto vile, ignobile. Favara vive la tragedia nella tragedia. La nostra comunità si stringe al dolore della famiglia Quaranta". La città, nei prossimi giorni, accoglierà la salma. Anna Alba ha proclamato il lutto cittadino. "Non ti dimenticheremo mai Lorena - scrivono gli amici della giovane donna - non doveva andare così". 

A strangolare la favarese sarebbe stato Antonio De Pace, fidanzato della giovane donna e attualmente ricoverato al Policlinico. L’uomo, è piantonato dai militari dell’Arma. Sarebbe stato lui stesso, secondo una prima ricostruzione, a confessare il delitto. Antonio De Pace avrebbe anche tentato il suicidio. Indagano i carabinieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento