rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Cronaca

"Si vantò sui social di avere violato la zona rossa prima del lockdown", assolta trentaseienne

Il fatto non sussiste secondo il gup: la ragazza era apparsa nel video insieme a un'amica a pochi giorni dal lockdown del marzo dell'anno scorso

Assoluzione dall'accusa di procurato allarme: il gup del tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, ha scagionato la trentaseienne Carmela Desiree Simone, di Favara, finita al centro di un tritacarne social dopo essere stata immortalata in un video, pubblicato da un'amica sul suo profilo Instagram, in cui si vantavano di essere rientrati dalla zona rossa a pochi giorni dal lockdown nazionale del marzo dell'anno scorso.

Il filmato le ritraeva davanti a un noto locale della movida ancora pieno di avventori, a 48 ore dalla chiusura di ogni attività e dal divieto di uscire da casa deciso dal governo. 

La polizia, dopo l'indignazione social, presto degenerata in una tempesta di odio e insulti, identificò le due autrici del video, sequestrò i loro cellulari e le denunciò alla Procura. 

Le due ragazze, in un primo momento, erano state condannate con la formula del decreto penale che non prevede un vero e proprio processo almeno nella prima fase. La ventunenne che aveva diffuso il video su Instagram aveva deciso di pagare una somma di denaro, a titolo di oblazione, estinguendo così il reato. 

La trentaseienne, invece, attraverso il suo difensore, l'avvocato Raimondo Tripodo, ha impugnato il provvedimento e ha chiesto il giudizio abbreviato. Il reato, secondo la Procura, che ne aveva chiesto la condanna a un mese e 20 giorni, era pienamente integrato.

La difesa ha, invece, sostenuto che la condotta dell'imputata non era idonea, in nessun modo, a generare alcun allarme perchè il messaggio non era rivolto ad alcuna autorità ma era stato pubblicato sui social. Il legale, inoltre, aveva sostenuto che la ragazza non aveva neppure diffuso il video essendosi limitata a comparire nel filmato dell'amica.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Si vantò sui social di avere violato la zona rossa prima del lockdown", assolta trentaseienne

AgrigentoNotizie è in caricamento