Cronaca Canicattì

Livatino beato, Giulio Scarpati: "Non è una figurina, lasciamolo a Canicattì"

L'attore ha parlato nel corso di una lunga intervista rilasciata ai microfoni Rai

La vita del giudice Rosario Livatino raccontata in un film. L’interprete è stato Giulio Scarpati, attore rinomato che ha studiato e “curiosato” dentro la vita del giudice ragazzino. L’attore e regista oggi è stato ospite della trasmissione “Oggi è un altro giorno, in onda sui canali Rai, ha raccontato di se ma anche del legame tra lui e Rosario Livatino.

La salma del giudice Livatino resta a Canicattì, Enzo Gallo: "Era il volere del padre"

“Quando qualcuno parla di lui - ha detto Giulio Scarpati -  è come se mi sentissi tirato in causa. Interpretarlo - continua l’attore - è stato un onore. Lui era una persona veramente speciale”. A tenere banco, in queste settimane, c’è stata la vicenda della sepoltura del giudice Livatino. I canicattinesi invocano, a gran voce, la permanenza del giudice a Canicattì. La comunità chiede che la salma rimanga nella cappella di famiglia. Scarpati ha parlato così: "Livatino non è una figurina. E’ giusto che rimanga a Canicattì e non vada ad Agrigento. E’ la scelta migliore”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Livatino beato, Giulio Scarpati: "Non è una figurina, lasciamolo a Canicattì"

AgrigentoNotizie è in caricamento