rotate-mobile
L'intervento / Canicattì

Litiga con la vicina di casa, minaccia e insulta i poliziotti: denunciata

La trentaquattrenne voleva gettare un vaso di fiori contro gli agenti e li ha pesantemente oltraggiati

Litiga con la vicina di casa e la minaccia di gettare candeggina sul suo balcone. I poliziotti, accorsi per riportare la calma, hanno trovato la trentaquattrenne canicattinese con un vaso di fiori in mano. Vaso che minacciava di gettare proprio addosso agli agenti. Minacce “accompagnate” da una raffica di parolacce ed insulti contro gli uomini in divisa. La donna è stata dunque portata in commissariato e denunciata, alla Procura della Repubblica di Agrigento, per l’ipotesi di reato di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

Ad innescare il pandemonio è stato, e quanto non era affatto il primo, un dissidio condominiale. Gli agenti di polizia, subito intervenuti, in primissima battuta, hanno cercato di riportare la calma, cercando di comprendere cosa effettivamente stava accadendo in quel condominio. Si sono però visti e sentiti minacciare. Hanno redarguito la canicattinese e non hanno voluto procedere oltre i poliziotti. Ma poco dopo, la sala operativa ha dirottato la pattuglia nuovamente in via Edison dove la trentaquattrenne – stando all’accusa – lanciava oggetti e acqua con detersivo nel balcone della vicina di casa. Quando i poliziotti sono giunti, la donna ha ripreso con le frasi oltraggiose e le minacce. Ed è a questo punto che è stata portata in commissariato dove è stata deferita, in stato di libertà, alla Procura. Anche la vicina di casa-vittima ha formalizzato querela contro la trentaquattrenne. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litiga con la vicina di casa, minaccia e insulta i poliziotti: denunciata

AgrigentoNotizie è in caricamento