Cinquantenne accoltellato a San Leone, il ferito non conosce l'aggressore

I carabinieri hanno ascoltato degli agrigentini che sarebbero stati nelle immediate adiacenze del locale. L’obiettivo era uno soltanto: raccogliere quante più indiscrezioni possibili per riuscire ad avere anche un identikit sommario dell’uomo che ha sferrato i fendenti

Qualcuno, ieri, parlava di una rissa. In realtà, davanti ad un noto locale di San Leone, nella notte fra sabato e domenica, vi sarebbe stata una lite. Un concitato alterco a margine del quale un uomo – un cinquantenne romeno – è stato accoltellato. L’uomo è stato subito soccorso e portato all’ospedale San Giovanni di Dio di contrada Consolida dove i medici, dopo averlo sottoposto a tutti i controlli sanitari ritenuti necessari, gli hanno suturato la ferita all’addome che, a quanto pare, non sarebbe stata – e per sua fortuna – molto profonda. Ad intervenire sul posto prima e ad avviare le indagini dopo sono stati i carabinieri. Militari dell’Arma che anche ieri, nonostante fosse una giornata festiva, stavano cercando di chiarire cosa fosse effettivamente accaduto.

Rissa davanti ad un locale della movida? Accoltellato un uomo 

I carabinieri, oggi, acquisiranno il referto dei medici del “San Giovanni di Dio” per stabilire quanti giorni di prognosi siano stati dati al ferito. Il cinquantenne è stato già sentito, in primissima battuta, dagli investigatori che, però, comunque, torneranno ad ascoltarlo anche nelle prossime ore quando, verosimilmente, avrà superato il momento di choc. A quanto pare, così almeno risultava ieri ai carabinieri, il romeno avrebbe riferito – appunto in primissima battuta – di non conoscere affatto la persona che gli ha sferrato forse più fendenti all’addome.

Il ferito – che non è appunto in pericolo di vita – verrà riascoltato anche nelle prossime ore per cercare di capire cosa abbia innescato l’alterco davanti ad un noto locale di San Leone. I militari dell’Arma, già al momento dell’intervento: nella notte fra sabato e domenica, hanno ascoltato anche degli agrigentini che sarebbero stati anche loro nelle immediate adiacenze del locale. L’obiettivo, naturalmente, era uno soltanto: raccogliere quante più indiscrezioni possibili per riuscire ad avere anche un identikit sommario dell’uomo che ha sferrato la coltellata all’addome del cinquantenne e cercare di fare chiarezza sui motivi della lite. Perché l’animata discussione non dovrebbe essere passata inosservata visto che sarebbe stata, inizialmente, composta da urla e spintoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Trova portafogli e lo porta in Questura, 70enne non sapeva d'averlo perso: rintracciato

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento