Cronaca Centro città / Via Luigi Pirandello

Immigrati si massacrano in via Pirandello, i carabinieri sequestrano chiavi e collanina

I militari dell’Arma sono anche andati al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” per accertare se entrambi i feriti, o anche uno solo, vi si siano recati per essere curati e medicati

Sono tornati sul posto. Ieri pomeriggio, i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile – capitano Alberto Giordano in testa – sono tornati in via Pirandello dove hanno recuperato e sequestrato un mazzo di chiavi e una catenina. Quello che, di fatto, era rimasto per terra dopo l’inferno della tarda serata di giovedì. I militari dell’Arma sono anche andati al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” per accertare se entrambi i feriti, o anche uno solo, vi si siano recati per essere curati e medicati.

Non abbassano la guardia i carabinieri della compagnia di Agrigento, che è coordinata dal capitano Marco La Rovere, ma è difficile che si riesca ad arrivare – così appariva almeno ieri pomeriggio – ad una svolta. I due feriti sembrerebbero essersi infatti volatilizzati e, naturalmente, si tratta di reati procedibili a querela di parta, a meno che – sempre che, appunto, uno dei feriti non sia andato in ospedale e si sia fatto refertare – la prognosi non sia importante.

Urla, pugni e calci fra immigrati: torna a scoppiare l'inferno in via Pirandello 

Poco prima delle 23 di giovedì, in via Pirandello ad Agrigento è tornato – dopo mesi e mesi di calma apparente – l’inferno. A "scontrarsi", in mezzo alla strada, sono stati due immigrati, forse due gambiani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immigrati si massacrano in via Pirandello, i carabinieri sequestrano chiavi e collanina

AgrigentoNotizie è in caricamento