Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Scazzottata fra immigrati a Bonamorone, si contendevano casa popolare da occupare abusivamente?

Il motivo della lite non è chiaro. Non sono escluse altre ipotesi come lo spaccio di sostanze stupefacenti o diatribe fra diverse etnie

Spaccio di stupefacenti? Dissidi fra etnie diverse? O forse si contendevano l’occupazione abusiva di un alloggio popolare? Non è chiaro – sono tanti appunto gli interrogativi al riguardo – cosa abbia scatenato la zuffa fra due immigrati davanti alle case popolari di Bonamorone, nei pressi del Giardino botanico di Agrigento. I due uomini, sotto lo sguardo incredulo e impaurito dei passanti, se le sono date di santa ragione. Qualcuno temendo che si potesse consumare una tragedia ha allertato il numero unico di emergenza: il 112 e sul posto si sono immediatamente precipitate le forze dell’ordine.

E’ stata, di fatto, subito riportata la calma, ma è stato praticamente impossibile chiarire cosa avesse innescato la scintilla di quel diverbio che s’è trasformato in un “corpo a corpo”. Nessuno dei due immigrati – non è chiara nemmeno la loro nazionalità – ha formalizzato querela di parte nei confronti dell’altro. C’è tempo, naturalmente, per poterlo fare ancora, ma difficilmente verranno formalizzate denunce. A Bonamorone, fra i ben informati, si ipotizzava che quella lite si fosse scatenata per chi doveva occupare abusivamente uno degli alloggi popolari rimasti liberi. E non è affatto escluso che quel vox populi possa anche corrispondere alla realtà dei fatti. Così come non è escluso che i due si contendessero la “piazza” di spaccio di sostanze stupefacenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scazzottata fra immigrati a Bonamorone, si contendevano casa popolare da occupare abusivamente?

AgrigentoNotizie è in caricamento