rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Furibonda lite tra due sorelle di mezza età, zuffa sedata dai carabinieri

I sanitari delle ambulanze del 118 hanno medicato entrambe le donne direttamente sul posto

Questa volta sono arrivate alle mani. Dopo disaccordi, animate discussioni e liti, questa volta si sono azzuffate. Protagoniste, loro malgrado, sono state due sorelle di mezza età, residenti in uno dei rioni periferici della città dei Templi. Non è chiaro cosa abbia determinato l’innescarsi della zuffa, ma le due donne si sono accapigliate e picchiate a vicenda. Sul posto, dopo che è stato lanciato l’allarme, si sono precipitate le autoambulanze del 118 e i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Agrigento. I militari dell’Arma hanno riportato immediatamente la quiete ed hanno, poi, naturalmente, cercato di fare chiarezza sui motivi del contendere. Le due donne vivono sotto lo stesso tetto e pare che, già da tempo, non vadano per niente d’accordo. Giovedì sera, l’ennesimo litigio che, sarebbe appunto, degenerato.

I sanitari delle ambulanze del 118 hanno medicato entrambe le donne direttamente sul posto. Pare che non ci sia stata esigenza di condurle al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio”. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Agrigento, cercando anche di fare chiarezza sull’accaduto, le hanno ascoltate. Futili motivi, alla base dell’ennesimo disguido sfociato in una concitata lite. Parrebbe che le due donne non siano riuscite a mettersi d’accordo su alcune spese e, dunque, sulla gestione del denaro, così come sulle pulizie dell’abitazione.

I carabinieri, dopo aver sommariamente ricostruito le motivazioni – futili, appunto, - hanno invitato entrambe le donne a formalizzare, qualora lo ritenessero opportuno, querela di parte l’una contro l’altra. Querela che, ieri, non risultava essere stata formalizzata e che, verosimilmente, non arriverà mai perché appunto si tratta di due sorelle che coabitano.

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile sono rimasti per molto tempo sul posto, prima appunto per riportare la calma, poi per sincerarsi delle condizioni di salute delle due donne e infine per cercare di fare chiarezza e comprendere cosa avesse innescato la discussione degenerata in lite.

Non è la prima volta – né, probabilmente, sarà l’ultima – che carabinieri e polizia si trovano costretti ad intervenire per liti fra familiari, fra parenti o fra vicini di casa. Si tratta, naturalmente, in tutti i casi, di interventi fatti – con la massima tempestività – per evitare che le questioni degenerino e si determino dei rischi. Diversi invece i casi di coniugi o ex conviventi dove, nella maggior parte dei casi, ma non sistematicamente, si configura poi il reato di maltrattamenti in famiglia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furibonda lite tra due sorelle di mezza età, zuffa sedata dai carabinieri

AgrigentoNotizie è in caricamento