menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anniversario della strage di via D'Amelio, Firetto: "Mai dimenticare queste vittime di mafia"

Il primo cittadino ricorda il giudice Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta morti a causa dell'esplosione di un'autobomba

Il 19 luglio di 24 anni fa il giudice Paolo Borsellino e agli agenti Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina persero la vita a causa di un'autobomba fatta esplodere in via D'Amelio, a Palermo. Oggi, giorno dell'anniversario di quell'attentato, vengono ricordate queste vittime di mafia. E anche il sindaco di Agrigento, Calogero Firetto, si unisce al cordoglio: "La nostra memoria è ancora viva sul doloroso ricordo di immagini che non dimenticheremo. Il miglior tributo che possiamo rendere a Paolo Borsellino e agli agenti Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina, indimenticabili servitori dello Stato, è tener vivo il loro esempio ogni giorno nei nostri principi e nelle nostre azioni. #19 Luglio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento