rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Tribunale

"Nascose i soldi ai rapinatori ma venne licenziato": giudice reintegra impiegato

L'uomo, Mario Gallo, nel 2020 consegnò ai malviventi solo 15mila euro a fronte degli oltre 200mila conservati in cassaforte

Era stato licenziato dalla propria banca per aver violato le procedure previste in caso di rapina, seppure avesse consegnato ai maviventi solo 15mila euro conservandone 200mila in cassaforte: il giudice del lavoro lo reintegra.

La vicenda, raccontata dal Giornale di Siclia, riguarda l'impiegato Mario Gallo, operatore culturale e politico notissimo in città soprattutto per il suo impegno per il centro storico. Gallo aveva perso il lavoro nel 2020 e aveva avviato una lunga battaglia legale nei confronti dell'istituto di credito che lo aveva visto soccombere nel 2021, con una prima conferma del licenziamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Nascose i soldi ai rapinatori ma venne licenziato": giudice reintegra impiegato

AgrigentoNotizie è in caricamento