Cronaca

Ati, approvato il piano d'ambito: scongiurati i licenziamenti

L'assemblea dell'Ati ha votato all'unanimità il documento che servirà a gestire le risorse idriche in provincia

L'Assemblea territoriale idrica, riunitasi in via straordinaria all'interno del teatro "Pirandello" di Agrigento ha approvato all'unanimità il nuovo piano d'ambito, scongiurando il commissariamento e mettendo un primo ma importante tassello per la creazione di un nuovo ente di gestione del servizio idrico in provincia.

Un documento che al suo interno contiene una importante novità rispetto alla versione fin qui circolata che riguarda la salvaguardia dei lavoratori delle ex Girgenti Acque e Hydortecne.Stamattina i sindacati e il direttivo dell'ente hanno svolto infatti una prima riunione al termine della quale è stato redatto un verbale che impegna l'Ati a modificare l'attuale bozza di piano d'ambito nell'ottica appunto del mantenimento degli attuali livelli occupazionali. 

Girgenti Acque e Hydortecne, i sindacati chiedono chiarezza sui licenziamenti

In particolare il piano è stato modificato prevedendo alla rimozione di due passaggi in particolare: uno nel quale il numero del personale da trasferire è da considerarsi "a regime dopo gli investimenti previsti dal piano" e il secondo passaggio nel quale si garantirà il passaggio del personale al servizio idrico integrato (ex Girgenti Acque e ex Hydortecne).

Licenziamenti a Girgenti Acque e Hydortecne, occhi puntati sul piano d'ambito

Questo, di fatto, garantirebbe il passaggio delle medesime risorse umane dalla società privata al nuovo gestore pubblico, come in realtà era stato annunciato fin da subito sebbene in molti ritenessero che all'interno della società consortile gli ingressi sarebbero stati per concorso pubblico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ati, approvato il piano d'ambito: scongiurati i licenziamenti

AgrigentoNotizie è in caricamento