"Violenza sessuale su minore", il fatto non sussiste: assolto giovane

La Corte d'appello di Palermo ha ribaltato la sentenza del 2017 del tribunale di Agrigento

"Il fatto non sussiste". La terza sezione penale della Corte d'appello di Palermo, presidente Antonio Napoli, ha assolto - ribaltando la sentenza di primo grado - un giovane che era accusato di violenza sessuale.

Secondo l'accusa, nel 2013 a Licata, vi sarebbe stata una violenza sessuale su una minorenne. Il tribunale di Agrigento, nel 2017, condannò il giovane (appena diciottenne all’epoca dei contestati fatti). La sentenza di condanna è stata impugnata, dinnanzi alla Corte di appello di Palermo, con il patrocinio dell’avvocato Francesco Carità del foro di Agrigento.

Dopo un articolato processo di appello,con la riapertura dell’istruttoria e nonostante le richieste di condanna da parte della Procura generale, la Corte di appello di Palermo ha accolto il ricorso, proposto dall’avvocato Francesco Carità, assolvendo l’imputato con la formula piena “perché il fatto non sussiste”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento