Il dirigente antiabusivismo messo alla porta: revocati incarichi ad Ortega

Il funzionario non andrà a lavorare: è stato "collocato in disponibilità". Il sindaco Galanti: "Non potevo permettere che un solo uomo fosse al comando della burocrazia comunale"

Vincenzo Ortega

Il dirigente all'Urbanistica del Comune di Licata, l'ingegnere Vincenzo Ortega: uomo simbolo delle demolizioni degli immobili abusivi, più volte minacciato e intimidito fino a ritrovarsi a vivere sotto scorta, non potrà più lavorare. Il Comune gli ha notificato un atto, consequenziale alla decisione del Consiglio, che ha approvato una delibera che di fatto revoca le dirigenze e affida i compiti gestionali alle posizioni organizzative. Il sindaco Pino Galanti spiega così, al Giornale di Sicilia, la decisione della sua amministrazione: "L'ingegnere Ortega era rimasto l'unico dirigente in pianta organica, dopo i pensionamenti degli altri suoi colleghi. Per cui tutti i dipartimenti erano affidati a lui. Io non potevo però permettere che un solo uomo fosse al comando della burocrazia comunale. E così - aggiunge - la Giunta ha approvato un atto di indirizzo per l'abolizione delle dirigenze, con modifica allo statuto comunale e la delibera è stata ratificata in consiglio comunale. La legge mi permette di farlo e io ho approfittato di questa possibilità per evitare che il solo ingegnere Ortega potesse restare al comando della città".

La legge di cui parla il sindaco è l'articolo 33 del Dlgs165/01 che prevede il riconoscimento di una indennità mensile pari all'ottanta per cento dello stipendio, per due anni. E dopo 24 mesi scatterà il licenziamento. Ma in questo periodo, Ortega non andrà a lavorare. In sostanza è stato "collocato in disponibilità".

L'ingegnere Ortega però ha annunciato di voler ricorrere alla giustizia ordinaria per impugnare il provvedimento. "Ho dedicato la mia vita professionale al mio Comune - ha detto, al Giornale di Sicilia, il dirigente - ho lavorato con impegno e dedizione sebbene le circostanze più o meno strumentalizzate, abbiano tentato di dimostrare il contrario, ad opera di chi aveva come obiettivo di legittimarmi".

A Vincenzo Ortega è stata incendiata un'auto e avvelenati i cani. Per questo è ancora sotto scorta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Il mondo di un agrigentino a Budapest, Gero Miccichè: "Io e la Disney, una grande emozione"

  • Cliente preleva allo sportello e si accorge dell'incendio in banca: chiusa piazza per ore

  • Mette in vendita i mobili e le rubano 1.050 euro dal bancomat: ecco la nuova truffa

  • Sorpresa in un'osteria di Realmonte, arriva Giancarlo Giannini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento