menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Angelo Graci

Angelo Graci

Tangenti, confermata in Appello assoluzione per l'ex sindaco di Licata

Assolti anche due ex amministratori e l'impresario di Gela. Il sostituto procuratore generale, Rosalia Cammà, aveva proposto tre anni e sei mesi di reclusione

I giudici della Corte di appello di Palermo hanno confermato l'assoluzione per l’ex sindaco di Licata Angelo Graci, l’ex assessore ai Servizi Sociali Tiziana Zirafi, l’ex vice presidente del consiglio comunale Nicolò Riccobene e per l’impresario di spettacoli di Gela Carmelo Napolitano, al processo per la tangente alla festa patronale.

Graci e gli altri due amministratori, secondo l’accusa smentita in due gradi di giudizio, avrebbero preso una tangente in cambio dell’assegnazione di un appalto per uno spettacolo musicale realizzato in occasione della festa dedicata a Sant’Angelo

Il sostituto procuratore generale Rosalia Cammà aveva proposto tre anni e sei mesi di reclusione ciascuno nei confronti gli imputati. Il verdetto è arrivato dopo quasi cinque anni di processo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento