"Trovato in possesso di hashish", convalida e obbligo di dimora per 19enne

Il giovane era stato arrestato dai militari delle Fiamme Gialle che non riuscirono però a bloccare un'altra persona che s'è, di fatto, allontanata

(foto ARCHIVIO)

Ore 14. Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, ha convalidato l'arresto del diciannovenne e lo ha rimesso in libertà disponendo l'obbligo di dimora nel Comune di Licata. A rappresentare e difendere l'indagato, V. D. A., durante l'udienza, è stato l'avvocato Gaspare Lombardo.

L'arresto della Guardia di finanza 

Alla vista delle divise, avrebbe tentato di allontanarsi repentinamente. Passi rapidi che non sono naturalmente passati inosservati alla Guardia di finanza. I militari hanno inseguito e bloccato quel giovane ritenuto sospetto. E’ bastata una perquisizione e il diciannovenne sarebbe stato trovato in possesso – stando all’accusa – di circa 200 grammi di sostanza stupefacente, hashish per la precisione. E’ dunque per l’ipotesi di reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio che i finanzieri hanno arrestato V. D. A. di Licata. Il giovane, su disposizione del sostituto procuratore di turno: titolare del fascicolo d’inchiesta immediatamente aperto, dopo le formalità di rito dell’arresto è stato posto ai domiciliari. Questa mattina, al tribunale di Agrigento, si terrà la direttissima. A difendere e rappresentare il diciannovenne sarà il legale di fiducia: l’avvocato Gaspare Lombardo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per i “baschi verdi” non è però finita. I militari delle Fiamme gialle stanno, adesso, infatti, cercando di ricostruire da dove effettivamente provenisse quella droga e soprattutto chi era l'altra persona che è invece riuscita ad allontanarsi su un'autovettura. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Covid-19, altri due casi in provincia: chiuso ristorante e richiamati tutti i clienti

  • La faida sull'asse Favara-Belgio, scatta l'operazione "Mosaico": raffica di arresti, trovate armi

  • Operazione "Mosaico": duplice tentato omicidio, ecco chi sono i 7 arrestati

  • Coronavirus, ancora positivi in provincia: a Ravanusa i casi salgono a sette

  • Nuova "bomba" d'acqua sull'Agrigentino: strade e ristoranti allagati, albero su auto

  • Il Covid non molla la sua presa: due nuovi casi a Favara, uno a San Biagio e Grotte

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento