Ripristinata la fornitura idrica ... anzi no c'è una nuova interruzione per eliminare allacci abusivi

I commissari: "La distribuzione nelle zone servite tornerà a essere regolare nel rispetto dei necessari tempi tecnici"

(foto ARCHIVIO)

Prima è stato annunciato il ripristino della fornitura idrica ai serbatoi “Sant’Angelo alto e basso” di Licata. A renderlo noto è stata la gestione commissariale del servizio idrico integrato Ati Ag9.

Poi, la stessa gestione commissariale ha resto noto che "Siciliacque ha fatto sapere di una nuova interruzione dell’acquedotto 'Favara di Burgio' per l’eliminazione di alcuni allacci idrici abusivi rinvenuti lungo lo stesso acquedotto. Tale inconveniente - ha spiegato - ha comportato una nuova riduzione della fornitura idrica ai serbatoi sopra menzionati e, pertanto, l’erogazione idrica prevista potrà subire delle limitazioni. Resta inteso che si sta continuando a garantire il regolare approvvigionamento delle utenze sensibili come idrante 'Cannavecchia', ospedale, fontanelle pubbliche di via Palma e la zona pompata servita dal serbatoio 'Gagliano'. La turnazione idrica tornerà regolare non appena Siciliacque, ultimati gli interventi, avrà ripristinato l’ordinaria fornitura idrica ai succitati serbatoi, normalizzandosi nel rispetto dei necessari tempi tecnici".

(Aggiornato alle ore 17,20)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento