Coronavirus, ricoverati a Licata 4 degli anziani positivi della Rsa di Sambuca

Il sindaco Galanti: "Si tratta di pazienti asintomatici, che saranno seguiti da personale medico, infermieristico ed ausiliario esclusivamente destinati a loro. Saranno tenuti in totale isolamento"

L'ospedale "San Giacomo d'Altopasso"

Quattro de 64 anziani già ospiti della Rsa di Sambuca di Sicilia, risultati postivi al coronavirus, sono ricoverati al quinto piano dell’ospedale San Giacomo d’Altopasso. A comunicarlo è stato il sindaco Giuseppe Galanti. Nella struttura di Sambuca di Sicilia - zona rossa, per decisione del presidente della Regione, - dovrebbero dunque essere rimasti sei "nonnini". Appena ieri sera il sindaco di Sambuca era tornato a ribadire la richiesta di evacuazione degli anziani ospiti, anche perché operatori e assistenti della struttura sono anche loro positivi al Covid-19 e non riescono a prendersi cura, in maniera efficiente, degli ospiti.

Emergenza Covid a Sambuca, il sindaco: "Evacuare gli ultimi 10 anziani rimasti"

"Nel rispetto del vigente protocollo – sono le parole del sindaco di Licata, Pino Galanti, – a seguito del grave situazione venutasi a creare nella Rsa di Sambuca di Sicilia, le autorità sanitarie sono state costrette a suddividere i pazienti anziani affetti da coronavirus in vari ospedale della provincia. Quattro sono stati trasferiti a Licata e sono ricoverati al quinto piano del nostro ospedale. Si tratta di pazienti asintomatici, che saranno seguiti da personale medico, infermieristico ed ausiliario esclusivamente destinati a loro. I quattro saranno tenuti in totale isolamento e a parte il personale loro destinato non potranno ricevere alcuna visita, nemmeno dai familiari più stretti - ha proseguito, cercando di evitare allarmismi da parte dei licatesi, il sindaco Galanti - . Invito i miei concittadini a non preoccuparsi e ad ancora mi appello al loro senso di responsabilità per il rispetto delle regole, quale uso della mascherina, mantenimento del distanziamento fisico, il lavaggio costante delle mani, in modo da prevenire l'insorgere di nuovi casi di contagio".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Il nuovo Dpcm 3 dicembre, cosa si può fare e non fare: tutte le regole di Natale 2020 (e i metodi per "aggirarle")

  • Covid-19, il virus torna a tenere sotto scacco Canicattì: un morto e 35 nuovi positivi

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Scoperto stabilimento dolciario abusivo, sequestrati generi alimentari scaduti e mal conservati: un arresto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento