rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
La tragedia / Licata

L'agricoltore travolto da una balla di fieno: polizia al lavoro per ricostruire la dinamica

Gli agenti del commissariato hanno eseguito i rilievi per fare luce sulla morte di Rosario Gioacchino Savaia. Il ricordo di Galanti: "Un abbraccio a tutti i familiari"

Notte di rilievi da parte della polizia in contrada Durrà, fra Licata e Campobello di Licata, dove ieri sera un agricoltore - Rosario Gioacchino Savaia - è morto dopo essere rimasto schiacciato da una balla di fieno di quattro quintali.

I poliziotti del commissariato di Licata, coordinati da Cesare Castelli, hanno eseguito i rilievi per ricostruire l'episodio. L'uomo stava lavorando nell'azienda agricola della madre. 

Inutili i soccorsi dei parenti che hanno tentato invano di salvarlo.

Galanti: "Un abbraccio a tutti i familiari"

"Stringo - è il commento del sindaco di Licata, Pino Galanti - in un ideale, forte, abbraccio, tutti i familiari dello sfortunato agricoltore, deceduto mentre era al lavoro anche nel giorno che segna la vigilia di Natale. Stava dando da mangiare agli animali, dimostrando straordinario attaccamento al proprio lavoro. Ed è un segno importante, nei giorni di gravissima crisi economica che viviamo".

"E’ una morte che mi segna particolarmente, anche perché mio padre, agricoltore, tanti anni fa - aggiunge il primo cittadino - rimase vittima di un incidente sul lavoro in campagna, che lo costrinse alla paralisi per il resto della vita. Comprendo bene, perciò, il dolore della famiglia dell’agricoltore licatese, arrivato proprio in un giorno in cui si fa festa. I valori del lavoro, della famiglia, della vita, debbono rimanere la nostra bussola per continuare il cammino".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'agricoltore travolto da una balla di fieno: polizia al lavoro per ricostruire la dinamica

AgrigentoNotizie è in caricamento